Veronelli: La Terra è l’Anima

FISAR Veronelli: La Terra è l'Anima

‘La Terra è l’anima’ (frase finale di un pensiero di Veronelli: Il mio lavoro consiste nel camminare le terre e nel descriverne la qualità) è il messaggio di lancio di un grande progetto messo a punto tra FISAR e famiglia Veronelli.

Tale frase ha ispirato il titolo di un format multimediale pilota, concepito durante l’emergenza Covid-19 per l’impossibilità di realizzare subito un fare tangibile.

Consiste in una serie di video-testimonianze di Operatori che raccontano come Veronelli ha attraversato la loro vita, quale segno ha lasciato e come hanno messo in pratica il suo sentire.

I protagonisti sono loro e Veronelli sullo sfondo, con il suo pensiero stimolante ancora oggi.

Il progetto in sé è molto articolato e prende spunto dalla donazione proprio alla nostra Associazione di una parte della leggendaria cantina di “Sua nasità” (la definizione è di Gianni Mura), grazie alla collaborazione di Raffaella Melotti, delegata FISAR Bologna e Modena, responsabile dello stesso.

1500 bottiglie circa che coprono l’arco di un trentennio (dai 60 ai 90) del secolo scorso, per farne oggetto di studio appassionato e di rilettura, anche critica, delle recensioni veronelliane, con il proposito di una rinnovata conoscenza di parte del notevole patrimonio enologico italiano.

Istituito allo scopo, un gruppo di lavoro dedicato, con il coordinamento di Davide Amadei, referente Centro Tecnico Nazionale FISAR.

“La Terra è l’anima”, specifica Gian Arturo Rota, curatore dell’archivio Veronelli, “è il cappello sotto cui proporre, attraverso varie azioni, l’attualità della visione veronelliana nell’approccio sensoriale. L’assaggio come ricerca, studio, rigore, ma anche piacere, e come possibilità di vaste espressioni: umana, sociale, estetica, tecnica. La donazione consente sia di confrontarsi con bottiglie che raccontano la storia moderna del vino italiano sia, simbolicamente, di proseguire il lavoro di ricerca che Veronelli ha iniziato alla fine degli anni 50 del secolo scorso e perseguito per quasi 50 anni”.

“Una bella soddisfazione – conferma il nostro presidente Luigi Terzago – la partnership tra FISAR e famiglia Veronelli. La donazione di parte della cantina per noi è un privilegio. Questo grande bagaglio di cultura del vino, appena terminato il distanziamento sociale, sarà messo a disposizione dei nostri associati con degustazioni mirate”.

La Terra è l’anima

Da lunedì 8 giugno a lunedì 27 luglio, sulla pagina facebook di FISAR nazionale, ore 19.

  1. Romano Dogliotti. Un contadino autentico, lunedì 15 giugno
    Azienda agricola Caudrina, Castiglione Tinella, Cuneo.
  2. Agata Lenzi. La cucina d’amore, 22 giugno
    Osteria della Capra, Barco, Reggio Emilia.
  3. Giuseppe Mazzocolin. Dai banchi della scuola alle colline del Chianti, 29 giugno
    Fattoria di Felsina, Castelnuovo Berardenga, Siena.
  4. Elvira Bortolomiol. Imprenditoria e artigianalità nel Porsecco, 6 luglio
    Bortolomiol, Valdobbiadene, Treviso.
  5. Alfonso e Ernesto Iaccarino. Una famiglia tutta terra e cucina, 13 luglio
    Ristorante Don Alfonso 1891, Sant’Agata sui due Golfi, Napoli.
  6. Attilio Pagli (Gruppo Matura, Vinci, Firenze)
    Un enologo al servizio della terra, 20 luglio.
  7. Arianna Occhipinti. Una studentessa in cerca di chiarezza, 27 luglio
    Arianna Occhipinti (Azienda Agricola Occhipinti, Vittoria, Ragusa).

Il progetto

  • Rafaella Melotti
    Responsabile di progetto
  • Gian Arturo Rota
    Curatore Archivio Veronelli
  • Davide Amadei
    Referente Centro Tecnico Nazionale
  • Patrizia Loiola
    Responsabile Comunicazione FISAR

I VIDEO RACCONTI

 

RASSEGNA STAMPA