Un’agevolazione per la Settimana di Alta Formazione in Biodinamica per il Vino

Fisar ha stretto un accordo con Cambium- Alta formazione in agricoltura biodinamica – per la: “Settimana di Alta Formazione in Biodinamica per il Vino” che si terrà dal 2 al 7 marzo 2020 presso la sede del Castello del Trebbio, alle porte di Firenze. Un appuntamento dedicato all’agricoltura biodinamica con moduli di viticoltura, enologia, scienza del suolo, fisiologia vegetale, strategia gestionale, marketing e storytelling del vino, laboratori di degustazione e visite aziendali.

La didattica vedrà l’alternanza di lezioni frontali, visite aziendali, momenti di degustazione, incontri con produttori, momenti di scambio e conoscenza. L’edizione 2020 porterà in aula alcuni protagonisti della scena biodinamica italiana, tra cui le produttrici Arianna Occhipinti ed Elisabetta Foradori, i professori Mario Malagoli dell’Università di Padova ed Enzo Mescalchin della Fondazione Edmud Mach, il giornalista e degustatore Aldo Fiordelli, la scrittrice e formatrice Slawka Scarso e il vice curatore della guida “Slow Wine” Fabio Pracchia. Direttore, coordinatore della didattica e docente di riferimento è Adriano Zago, agronomo ed enologo, consulente e formatore specializzato in agricoltura biodinamica, ricercatore e conferenziere presso istituti di ricerca, enti e università a livello internazionale.

Le iscrizioni alla “Settimana di alta formazione in biodinamica del vino” resteranno aperte fino a esaurimento dei posti disponibili e si chiuderanno il 15 dicembre.

Gli Associati Fisar, in regola con la quota sociale, avranno diritto ad uno sconto del 10% sul corso.

Per ricevere tutte le informazioni: info@cambium.biowww.cambium.bio