-->

FISAR PARTNER DI VINITALY AND THE CITY 2019

Oltre 200 sommelier alla guida delle degustazioni del Fuori Salone del Vino

Da venerdì 5 a lunedì 8 aprile, oltre 200 Sommelier FISAR sono protagonisti di Vinitaly and the City, il “fuori salone del Vino” che porta nel centro storico di Verona un fitto calendario di eventi pensati per le migliaia di appassionati che ogni anno affollano la città alla scoperta del mondo del vino e delle sue eccellenze.

Quattro le enoteche a cielo aperto tra le strade della urbs marmorea che vedono i Sommelier FISAR impegnati nel racconto dei grandi terroir nazionali e internazionali, dei segreti della vinificazione e delle peculiarità organolettiche dei vini: Piazza dei Signori e Cortile Mercato Vecchio rispettivamente con i Vini Rossi Italiani e gli Champagne francesi selezionati da Nicola Pasino; l’Arsenale con le Bollicine italiane e i Grandi Vini Rossi Italiani by Il Golosario e Piazza San Zeno, con oltre 150 etichette dei migliori Vini Bianchi e Rosati Italiani e un’ampia selezione di vini internazionali curata da Tannico e l’Enoteca Regionale della Valle d’Aosta.

I Sommelier FISAR accompagnano anche le degustazioni della Loggia Fra Giocondo, area interamente dedicata alle eccellenze enologiche del Veneto, offrendo ai wine lovers presenti una narrazione coinvolgente che, partendo dal calice, ripercorre la storia di una delle regioni che ha reso celebre nel mondo la produzione Italiana. Un viaggio polisensoriale all’insegna della valorizzazione e della riscoperta del grande patrimonio ampelografico delle diversità territoriali che ogni anno danno vita a vini dalla forte identità e carattere come Amarone, Recioto, Soave, Prosecco, Valpolicella e Bardolino.

Sin dalla prima edizione abbiamo creduto nel valore di questa iniziativa e la nostra esperienza a Vinitaly and the City ci ha confermato che Verona è una città con un grande interesse nei confronti del mondo del vino. – spiega il Presidente di FISAR Nazionale Luigi TerzagoPer il quarto anno consecutivo FISAR si conferma nel suo ruolo esclusivo di valido e competente partner per la promozione del patrimonio enologico italiano e internazionale.”

——-

RASSEGNA STAMPA

 

-->