Vinoè
Vinoè
In collaborazione con F.I.S.A.R.
In collaborazione con F.I.S.A.R.
Rivista Il Sommelier
Rivista Il Sommelier

Rivista Il Sommelier n. 2 - 2017

Nuovo Shop on line
Nuovo Shop on line
Tesseramento 2017
Tesseramento 2017
MINICORSI
Minicorsi
Comitato Decennale Veronelli
Comitato Decennale Veronelli
APP FISAR DOCG
APP FISAR DOCG
Ultimi post

Un nuovo successo a Lima (Perù) targato FISAR

 

L' Universidad Nacional Agraria La Molina di Lima (Perù) in collaborazione con la FISAR – Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori ha realizzato nella città di Lima il 19 e 20 luglio 2012 un evento dal tema  "Vini del Vecchio Mondo e Nuovo Mondo Italia – Perù".

 

 

L’evento ha avuto un enorme successo e ha visto la partecipazione di giornalisti, autorità accademiche, professionisti e produttori del settore eno-gastronomico peruviano.

 

 

Durante i due giorni sono stati degustati vini di grande qualità.
Sul versante italiano sono stati illustrati e degustati il Gavi, il Barolo, il Barbaresco, il Brunello di Montalcino, l’ Amarone della Valpolicella e il Teroldego.
Il Perù ha presentato un  Intipalka Spumante Extra Brut, un Sauvignon Blanc, un Tannat Reserva Malbec / Merlot, un Riserva Cabernet Sauvignon / Petit Verdot e il No. 1.

 

Juan Carlos Palma e Gladys Torres Urday

L'evento è stato presentato e voluto fortemente da Juan Carlos Palma, Direttore del Centro di Ricerche Vitivinicole dell’Università e da Gladys Torres Urday, sommelier FISAR e  giornalista.

 

 

Hanno partecipato in qualità di relatori, oltre a Gladys Torres UrdayDavide Solari Beriso, Marketing Manager di Santiago Queirolo e esperto sommelier assaggiatore di pisco dell’ Institute Vino e Pisco (IDVIP) della Universidad San Martin de Porres (USMP),  Mario G. Pflucker Vingerhoets, direttore di Santiago Queirolo, sommelier e esperto assaggiatore IDVIP di pisco del USMP e Jorge Llanos, insegnante della Scuola Peruviana per Sommelier.


 

Juan Carlos Palma ha dichiarato la sua piena soddisfazione per aver avviato questo progetto di ricerca che vede il confronto non competitivo ma formativo tra vini tra i vini del vecchio e nuovo mondo.

Gladys Torres Urday da parte sua ha pubblicamente dichiarato che il livello tecnico e conoscitivo dei  partecipanti l’ha molto sorpresa evidenziando la preparazione professionale dei molti sommelier peruani  presenti in un Paese dove da pochi anni  questa nuova cultura sta facendosi  largo nel contesto sociale.  La giornalista e sommelier ha constatato anche la qualità dei vini prodotti in Perù definendoli di ottima qualità.

L'evento di inserisce nel progetto internazionale che vede la FISAR Nazionale promuovere la cultura dl vino in tutto il mondo.

Ufficio Stampa Nazionale FISAR

 

 

Share to Facebook
Share to Google Plus