FISAR glossario

A

Appassimento


Parziale essiccazione dell'uva che perde il contenuto d’acqua a favore dell’aumento del tenore zuccherino e del miglioramento del gusto e degli aromi. Tecnica utilizzata per la produzione dei vini passiti.

B

Barbatella


Tralcio di vite pronto per essere messo a dimora, costituito da un portainnesto (vite americana), innestato con la varietà del vitigno selezionato. 

P

Potatura


E’ un termine utilizzato in botanica, quando riferito alla viticoltura indica l’attività invernale di riduzione dei peduncoli per limitare la produzione di uva ed aumentare la qualità del prodotto.

R

Raspo


Grappolo al quale sono stati tolti tutti gli acini. Serve di supporto al frutto della vite e ne veicola il nutrimento.

V

Vendemmia


Raccolta del frutto della vite (uva) che spesso viene poi portata in cantina ed utilizzata per la produzione del vino.

Vendemmia tardiva


A volte si trova questa dicitura sull’ etichetta di un vino. Si tratta di un vino prodotto da uve selezionate che vengono lasciate volutamente sulla pianta oltre il periodo normale di vendemmia. In questo modo le uve potranno acquisire maggiori profumi e quantità di zuccheri.

Vinacciolo


E’ il nome del seme presente negli acini d’uva. Sono solitamente presenti due vinaccioli per ogni acino e apportano al vino rosso buona parte della sensazione tannica percepibile.
E’ utilizzato anche per creare un olio particolarmente pregiato.

Vitigno


Specifica una delle numerose varietà della vite. L’Italia è tra i Paesi con più elevato numero di varietà. Ogni varietà produce uve con caratteristiche diverse che, intrecciandosi con i terroirs ed i metodi di coltivazione, danno origine al caleidoscopio dei nostri vini.