FISAR glossario

A

Acido acetico

Detta anche acidità volatile, dà al vino il sapore sgradevole dell’aceto e rappresenta quindi un difetto.

Acido lattico

Si ottiene dalla trasformazione dall'acido malico durante la fermentazione malolattica. E’ meno percepibile rispetto ad altri.

Anidride solforosa

Utilizzata per evitare l’azione negativa di batteri e preservare il vino dall’ossidazione. È impiegata sia sull’uva, prima della fermentazione, sia per sterilizzare contenitori di cantina.

C

Champenoise


Si può parlare di Metodo Champenoise solo per la produzione dei vini spumanti Champagne (per altri vini il metodo è denominato anche Cremànt o Classico). Si tratta di una seconda fermentazione del vino in bottiglia.

Charmat


Metodo per la produzione di vini spumanti attraverso una seconda fermentazione che non avviene in bottiglia, come nel metodo classico, ma in autoclave dopo aver aggiunto zucchero e particolari lieviti selezionati. Spesso conosciuto come “Metodo Martinotti”, dal nome del suo inventore. 

F

Fermentazione malolattica

Fase opzionale della vinificazione. Si verifica in genere in un momento successivo alla fermentazione alcolica, soprattutto in primavera inoltrata, quando l'acido malico si trasforma in acido lattico e anidride carbonica grazie all’azione di particolari batteri. Il controllo di questa fermentazione consente di rendere più morbidi alcuni vini un po’ spigolosi.

Fermentazione alcolica


Processo con il quale gli zuccheri presenti nel mosto e l’ossigeno dell’ aria, vengono trasformati in alcol e anidride carbonica.

L

Lieviti


Microorganismi presenti naturalmente sulla buccia degli acini. Sono i responsabili della fermentazione alcolica che trasforma lo zucchero in alcol.

R

Rosato – Rosé

Vino di colore rosa, più o meno intenso. Il colore è dato dalla presenza di un vitigno a bacca rossa nella composizione del vino e dalla breve permanenza delle bucce nel mosto.