Catania

 

 

www.fisarcatania.it 

 
I nomi delle strade tradiscono un passato prestigioso, non soltanto per la città di Catania ma per tutta Italia: via Federico De Roberto, via Luigi Capuana, piazza Giovanni Verga… gli stessi personaggi che, tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, era possibile incontrare per le vie che oggi portano i loro nomi. Su letteratura, arte, politica vertevano certamente le loro conversazioni, ma c’è da credere che intanto si parlasse anche dell’orgoglio di essere siciliani, isolani in una nazione ancora così giovane; e delle bellissime donne che popolano le loro opere d’arte, i loro romanzi, le loro novelle, le loro poesie; e anche del vino, delle terre dell’Etna, dei vigneti, della “Muntagna” che tutto vedeva da lassù e che tutto scruta ancora oggi, da secoli, sulle teste dei suoi concittadini. Ogni tanto sbuffa, forse anch’essa ubriaca di vino e di piaceri intensi o semplicemente stordita da quei paesaggi mozzafiato che sono le vigne tutt’intorno, e i boschi nel Parco Naturale, e il mare Jonio, più giù, con i villaggi dei pescatori, le spiagge, le baie, le cale, gli anfratti dove il sole va a dormire la sera: ad Aci Castello, Aci Trezza, Fiumefreddo, Riposto (dal cui porto nell’800 partivano i bastimenti carichi di barili di vino)…
È qui, nel cuore pulsante di una Sicilia che non ha smesso di essere così elegante, orgogliosa, colta, che è in piena attività la Delegazione FISAR di Catania, dove la prima parola d’ordine richiesta e il primo requisito per farne parte è: “passione”. Per questa terra, per la sua gente, per la sua storia, la sua arte e le sue tradizioni, quindi per il suo vino, che già da solo racconta di una cultura millenaria, che è stata condivisa dai Greci e dai Romani, dagli Arabi e dai Normanni, dai Francesi e dagli Spagnoli, ma che soprattutto è dei Siciliani e dei Catanesi, che la rivendicano con orgoglio.
Che si sarebbe trattato di una Delegazione prestigiosa lo si intuì sin dagli esordi, quando ancora prima degli anni ’90 su tutti aleggiava la presenza dell’affermato chef Nino Statella, che fece muovere i primi passi alla neonata struttura etnea. Da allora fino ad oggi,  è stato sempre più un crescendo di attività intense, di incontri, degustazioni, conferenze, corsi e cene conviviali, all’insegna della cultura enogastronomica, della professionalità e della formazione nel mondo della ristorazione, certo, ma anche dell’allegria, della voglia di stare insieme e di brindare al gusto e allo stile del “bere bene e mangiare meglio”.
Dalla sua sede nell’elegante “Katane Palace Hotel” di via Finocchiaro Aprile, tra quelle vie e quelle piazze di cui scrivevamo, con il loro passato storico e letterario, sono usciti fino ad oggi centinaia di nuovi sommelier e professionisti del mondo enoico, ma anche semplici appassionati dell’enogastronomia, che conservano e rinnovano ogni anno con orgoglio la loro appartenenza alla FISAR.   
In questi anni la Delegazione etnea si è così potuta costruire una forte credibilità e la stima di cui gode sul territorio l’ha portata ad essere coinvolta attivamente nelle numerose manifestazioni organizzate in tutta la provincia di Catania, dedicate al gusto, ai sapori, al vino, con i soci sommelier impegnati tra degustazioni, visite in cantine, cene sociali. Ultimo, ma solo in ordine cronologico, l’appuntamento che ogni anno richiama migliaia di visitatori sull’Etna, la tanto attesa “ViniMilo”, giunta alla 30^ edizione e che anche quest’anno ha visto la FISAR al fianco degli organizzatori e dell’Amministrazione comunale, perché riuscisse al meglio l’evento. E così è stato!  
Come ogni circolo che si rispetti, infine, la Delegazione all’ombra del vulcano, oltre ai tre livelli annuali di Corsi per sommelier, ha il suo appuntamento fisso ogni settimana, con il “Club del Venerdì”, aperto ai soci e ai loro ospiti, per degustare ottimo vino e stare insieme. Proprio come Verga, Capuana, De Roberto per le vie della città, barocca e romantica allo stesso tempo. Un Club, quello della FISAR, che si distingue per l’eccellenza dei vini proposti e che vengono direttamente dalla cantina della Delegazione. 
La Sicilia è oggi una delle regioni più vocate per la produzione di vino e tra le terre maggiormente studiate e utilizzate per l’alta qualità dei suoi vigneti: da Milo ad Alcamo, da Castiglione ad Agrigento, da Randazzo alle Isole Eolie… Il cuore di questa magica terra pulsa forte, a volte anche troppo: è alto 3.340 metri, si bagna nel Mediterraneo e ha per nome “Etna”. A lui ogni giorno, con un sorriso ed un corale “Prosit”, brindano i sommelier della Delegazione di Catania! 
 
 
 
Delegato
Vittorio Cardaci Ama
c/o Katane Palace Hotel via F. Aprile n° 110 95129 Catania (CT)
Mobile 335 5378813
 
Segretario
Adriana Rapisarda
Mobile 3476145209

 

Share to Facebook
Share to Google Plus