Vinoè
Vinoè
In collaborazione con F.I.S.A.R.
In collaborazione con F.I.S.A.R.
Rivista Il Sommelier
Rivista Il Sommelier

Rivista Il Sommelier n. 2 - 2017

Nuovo Shop on line
Nuovo Shop on line
Tesseramento 2017
Tesseramento 2017
MINICORSI
Minicorsi
Comitato Decennale Veronelli
Comitato Decennale Veronelli
APP FISAR DOCG
APP FISAR DOCG
Ultimi post

Contro l’austerity la Borgogna mette all’asta i “cru”

CruLa Borgogna sacrifica i "cru" di famiglia per garantire i servizi sociali ai suoi cittadini. Il grande passo è stato deciso dal sindaco di Digione, alle prese con un'impennata di richieste d'assistenza in città. Come fare a rispondere a questa richiesta di aiuto che arriva dal basso? Lo Stato, complice l'austerità varata dal presidente Francois Hollande, ha già iniziato a sforbiciare i trasferimenti agli enti locali (entro il 2017 sono previsti 60 miliardi di tagli per il welfare) e l'unica soluzione per non ridurre i servizi è far cassa mettendo mano ai gioielli di famiglia.

Francois Rebsamen, primo cittadino socialista della città, non ha avuto dubbi. Il tesoro di Digione è conservato sottoterra, nella cantina del comune dove dal 1960 le varie giunte che si sono succedute hanno collezionato un po' delle migliori etichette della Borgogna. E il sindaco – come ha raccontato oggi il Financial Times – ha deciso di sacrificare metà del patrimonio enologico comunale, mettendolo all'asta per rimpinguare il bilancio. Teatro dell'evento è stato il castello del Duca di Borgogna dove sotto il martelletto del battitore sono finite 3.500 bottiglie. Incasso totale 151.620 euro (più o meno 43 euro l'una), con un picco di 4.800 euro pagati da uno sconosciuto appassionato cinese per un'etichetta del '99. L'80% dei soldi messi assieme in asta andranno dritti dritti a finanziare i servizi sociali per i ceti più disagiati. Il resto servirà a pagare le spese per l'incanto e per rifornire di nuovi "cru" la cantina cittadina. Nel tempo la collezione riacquisterà il suo valore. Servisse altra liquidità, Digione può sempre provare a mettere all'asta anche la senape.

 

Fonte La Repubblica.it

 

 

Share to Facebook
Share to Google Plus